sabato 12 agosto 2017

Un magnifico magazzino convertito in stile loft






  





Ecco un ottimo esempio di come riconvertire un vero vecchio magazzino in mattoni in una sorprendente abitazione in stile loft: pavimenti in legno, piante e mattoni rossi sono gli ingredienti basici per raggiungere questo risultato.

Se si dispone di un open space si è fortunati. Avrete così tante opzioni disponibili che, forse con la libertà di scelta, alcune decisioni risulteranno difficili.

Ad esempio: vorreste una sala da pranzo formale oppure una zona living informale?
Le zone notte saranno accessibili facilmente oppure volete più privacy?

Non avendo pareti in un loft ex magazzino occorre usare i mobili: è un modo per separare visivamente le aree e impostare lo spazio. La vostra scelta di tavolo da pranzo, divano, letto e poltrona sono importanti e la loro dimensione in particolare! Se la vostra zona living informale è più importante per voi che la zona pranzo, un ampio sofa servirà a concepire e realizzare questa idea.

Per il resto che dire? Quando si ha lo spazio si ha tutto! Buon Lavoro!



Qui di seguito il link ad altri LOFT pubblicati



LOFT: chic & oversize
boiseriec.blogspot.com/2012/01/loft-chic-oversize.html
24 gen 2012 - Mentre la maggior parte degli abitanti di New York vivono in appartamenti piuttosto stretti, Gerard Butler ha un loft straordinariamente grande

Loft ad Amsterdam
boiseriec.blogspot.com/2011/08/loft-ad-amsterdam.html
06 ago 2011 - L'elenco dei LOFT che ho pubblicato è qui.

LOFT, decisamente trendy, decisamente bianco
boiseriec.blogspot.com/2014/11/loft-decisamente-trendy-decisamente.html
16 nov 2014 - Arredare un LOFT è una esperienza, credo, abbastanza impegnativa

Il Lusso? Un Natale da Fiaba
boiseriec.blogspot.com/2011/12/il-lusso-un-natale-da-fiaba.html
24 dic 2016 - La vie en ROSE: LOFT ... 

Loft ruvido e spartano
boiseriec.blogspot.com/2012/03/loft-ruvido-e-spartano.html
05 feb 2012 - Tutto nasce dalle materie prime di questo loft: cemento, mattoni e pietra, soffitti alti, alti, alti. ... Il significato inglese della parola LOFT è proprio “capannone” o ...

LOFT: la vie en rose
boiseriec.blogspot.com/2010/12/loft.html
15 dic 2010 Il loft è la tipologia abitativa residenziale che quindi si sviluppa dalla riconversione di ...

LOFT in campagna
boiseriec.blogspot.com/2011/03/loft-in-campagna.html
01 mar 2011 - Sembrerebbe un loft di New York, Londra, Sidney o San Francisco, invece si trova nel Perche, nella campagna francese!

Loft: open space
boiseriec.blogspot.com/2012/02/mattoni-vista-e-pavimenti-in-legno.html
06 feb 2012 - Mattoni a vista e pavimenti in legno rustico e ruvido: questo loft coniuga perfettamente l'aspetto industriale (tipico dei Loft) con la dolce intimità di ...






















sabato 24 giugno 2017

♛ trasformazione di una cappella in una casa di charme ♛







 











Un cambio di destinazione d'uso ha convertito una vecchia cappella abbandonata in una casa di charme, in un luogo incredibilmente bello. Le persone che hanno visto il potenziale di questo piccolo edificio, hanno deciso di trasformare quello che era un luogo di culto in una dimora di charme. L'interno non lascia indifferenti con il suo arredamento accogliente in una posizione fantastica, con una vista incredibile sulla campagna circostante.


La cucina

La piccola casa dispone di una cucina, piccola ma funzionale. Non bisogna dimenticare la necessità di restaurare una struttura che risale ad altre epoche. Ma il risultato è eccellente.


La sala da pranzo

Questa vecchia cappella si trova in un piccolo villaggio in Inghilterra, quindi si è mantenuto uno stile country, uno stile antico che ben rappresenta le vecchie case del paese. Hanno anche mantenuto molti elementi architettonici della struttura originale della cappella.


Il soggiorno

E' l'unico spazio forse un pò più anonimo rispetto alle altre stanze, ma i bellissimi muri in pietra imbiancata a calce restituiscono un pò di carattere all'ambiente. Il sofa e le poltrone adottano colori chiarissimi che donano luminosità e una meravigliosa vetrata ad arco permette di godere di un panorama mozzafiato.


La stanza

La piccola camera si trova su un mezzanino che è stato aggiunto. La camera è decorata con colori tenui (e anche un pò romantici) che invitano al relax.


Un luogo per fuggire

La piccola cappella è circondata da terreni vasti e ha una vista incredibile sul mare. Questo piccolo nascondiglio, offre la possibilità di rilassarsi e riposarsi.


Il bagno

Si potrebbe pensare che il bagno è vecchio, ma in realtà non è così! Troviamo una grande vasca e una doccia molto moderne!


Piccoli tocchi che fanno la differenza!

La trasformazione di questa piccola cappella mi ha colpito a non finire. Tutto è stato pensato per il comfort di una vita bucolica e un pò fuori dal mondo. Oggetti d'antiquariato si mescolano con elementi moderni per offrire spazi d'altri tempi, ma servizi confortevoli.


domenica 4 giugno 2017

Pallets e bancali per passerelle in giardino




  








Pallets patio deck
Pallet upcycling deck
Recycled wood pallet ideas
Diy pallet project floor
Japan style recycled wood pallets


Finalmente un bel terrazzo o un bel giardino, finalmente si può godere della luce e del sole, finalmente ci si può circondare di piante e aromi, ma il pavimento... oh no, è tutto così grigio e squallido, un vero deserto di cemento!

Ma come potete vedere (dall'ultima fotografia) la trasformazione lo ha reso irriconoscibile.

Grazie a bancali e pallet è spuntato un idilliaco giardino orientale. I bancali, leggermente sbiancati con impregnante al quale si è aggiunta una punta di verde, creano un sentiero e si snodano attraverso grandi ciottoli bianchi che li fiancheggiano: un invito al relax (o alla riflessione zen?). E' proprio copiata dai giardini giapponesi l'idea di una passerella di legno sostenuta dai ciottoli.

Quà e là piante in vaso, bambù e stuoie per creare qualche angolo di ombra. La scelta è ricaduta su specie che hanno bisogno di poche cure ed è in grado di resistere senza eccessiva manutenzione. Raffinata l'idea di avvolgere alcune piccole piante in stuoie di canne; così vasi e cache pots sono stati realizzati utilizzando un vecchio avvolgibile di bambù. Davvero creative le idee proposte.

I pallets vengono spesso scartati e quindi sono reperipibili facilmente: passerelle e sassi a costo zero!












La dolce vita di Campagna




  









Adottare lo stile delle case di campagna di una volta (o stile country) è una grande risorsa per coloro che amano la natura e la dolce vita di campagna!

Le caratteristiche possono essere realizzate:
1° sia in fase di costruzione, se la casa è nuova,
2° sia in fase di ristrutturazione, se la casa è vecchia,
3° sia in fase di decorazione degli ambienti, se pensiamo solo ad arredi e accessori.

Così, per un risultato incredibile, è necessario armonizzare le scelte progettuali giuste e i materiali utilizzati. Essere a conoscenza di alcuni dettagli è importante anche per colpire esattamente nella proposta e non commettere errori.

La struttura della casa è, inutile dirlo, di solito evidentemente preminente, fondamentale per rendere l'ambiente domestico coerente con la campagna! Dal momento che il legno è sempre stato molto utilizzato (anche per la sua robustezza), se ne può abusare sulla facciata, così come sui mobili, per pavimenti e piastrelle. Senza rischi.

Ma lasciatevi ispirare da questa casa perché è un ottima fonte di idee!
Così come tutte quelle che ho inserito nella sezione: Dimore di Campagna - Country Houses






sabato 27 maggio 2017

Da ex monastero a casa









Un monastero secolare appartenuto ai benedettini, un tempo usato come convitto, si trasforma in una eclettica casa, travolta da ispirazioni e atmosfere di ieri interpretate con un pizzico di ironia.

E' la casa bottega di un antiquario che ha trasformato stanze dove si tenevano lezioni di musica e letteratura in un interessante esperimento di casa bottega, dove tutto ciò che si vede è potenzialmente in vendita.

L'amore per il fasto e la grandeur, ereditati dalla nonna (la quale aveva lavorato come governante per l'ultimo zar di tutte le Russie), è diventato motivo di ricerca continua e costante di pezzi e elementi di arredo, mobili e suppellettili, ricerca che avviene in tutta l'Europa. E fin dall'ingresso si percepisce.

E così sotto il portale, che era nato come cornice per uno specchio, campeggia il telescopio di un astronomo di Lione, mentre il piedistallo sorregge un'urna medicea; le forbici oversize erano l'insegna di un vecchio atelier sartoria. Unica nota meno antica: una chaise longue del 1910 ringiovanita da un cuscino a righe.

Nella sala da pranzo invece un tavolo Luigi XVI patinato in grigio antico è circondato da due poltroncine in legno e paglia di vienna con braccioli, anche esse patinate e da due sedie da giardino rivestite con housse in bianco e nero, positivo e negativo a righe. Alle pareti un arazzo francese e una specchiera Luigi Filippo.

L'uso delle righe bianco nere, nei tendaggi, nei cuscini e in alcuni rivestimenti, attualizza alcuni mobili inizio novecento, alcuni pezzi di modernariato, altrimenti senza filo conduttore tra una stanza e l'altra, senza minimamente intaccare l'armonia dell'insieme.

Una casa bottega dove si rievocano passioni e atmosfere di ieri con un pizzico di ironia.






venerdì 19 maggio 2017

Country Chic con materiali naturali a Lille Francia

Legno e grigi chiari per una casa country chic con materiali naturali a Lille Francia






Immortalata in modo divertente e scanzonato nel film “Giù al Nord” del regista francese Dany Boon, Lille non avverte sensi di inferiorità rispetto a:
Londra, da cui dista circa 1 ora e venti,
Parigi, da cui dista 1 ora
Bruxelles, da cui dista ½ ora.

Lille un pò fiamminga, borgognona, poi spagnola prima di diventare francese, non ha complessi e rivendica con orgoglio la sua diversità. E' il capoluogo della regione Nord-Pas de Calais ha molto da offrire e passeggiando per le sue vie si rimane affascinati dalla ricchezza del suo patrimonio architettonico e della sua vita culturale. Lille sa esprimere come poche la generosità e il calore della gente del Nord, riservando al visitatore la sintesi tra giovialità fiamminga ed eleganza francese.

Vero centro della vita locale è la Grand Place (ufficialmente place Général de Gaulle). Luogo di incontro e di mercato, ha mantenuto la sua funzione di un tempo. Ancora oggi è qui che ci si ritrova per socializzare. Basta un raggio di sole e le terrazze dei ristoranti e dei locali si riempiono di gente. Le case che si affacciano sulla Grand Place formano una cornice di diversi stili architettonici che hanno una loro armonia. La Vieille Bourse, uno dei più belle costruzioni dell città e perfetto esempio di barocco fiammingo, è formato da 24 case mansardate e magnificamente scolpite. Lì vicino si può ammirare il Palais Rihour, unica testimonianza dell’epoca dei duchi di Borgogna che regnavano sulla città. Tra le costruzioni più belle spicca il Beffroi, la torre civica del municipio, classificato dal 2005 Patrominio dell’Umanità dall’Unesco. Alto più di 100 metri il Beffroi rappresenta il simbolo delle libertà comunali, oltre che un punto di riferimento per gli abitanti della città.

Lille è stata colpita duramente da una crisi industriale negli anni ’70 e ha cercato allora di uscirne attraverso una fase di trasformazione per cambiare in una città di servizi. Quarta città francese dopo Parigi, Lione e Marsiglia, con i suoi 200 mila abitanti che diventano un milione se si considera l’intera zona metropolitana, Lille è diventata un centro internazionale e, nel 2004, è stata dichiarata Capitale europea della cultura.

Il 36 per cento della popolazione ha meno di 25 anni, Lille è piuttosto giovane, vivace, dinamica, attraente; grande attrazione della città è la Braderie, il più grande mercato delle pulci di tutta Europa. Questa incredibile manifestazione attira più di due milioni di visitatori, 10 mila bancarelle censite, 2 mila tra poliziotti e vigili del fuoco mobilitati per l’occasione. La Grande Braderie de Lille è una vera istituzione che attira turisti da tutta Europa.

L’origine di questa festa popolare risale al XVI secolo quando venditori non professionisti chiamati “bradeux” cominciarono per la prima volta. Si trattava per lo più di domestici che potevano vendere i vecchi vestiti dei loro padroni. Ogni anno dall’alba del primo sabato di settembre, fino al tramonto del giorno seguente, Lille si trasforma in una gigantesca città pedonale pronta a vendere di tutto. E se ad un tratto dopo aver percorso chilometri di bancarelle vi assale un languore basta fermarsi in uno dei numerosi ristoranti per provare qualche specialità gastronomica... (la carbonade flamande, un delizioso stufato cotto nella birra o un potjevleesch, terrina di carni bianche in gelatina).








Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...